News

4/5/2019 - SALVATORE ARANCIO | IS THIS PLANET EARTH?

Ferens Art Gallery, Queen Victoria Square, Hull, HU1 3RA 'Is this Planet Earth?' is a Ty Pawb exhibition curated by…

Ferens Art Gallery, Queen Victoria Square, Hull, HU1 3RA

'Is this Planet Earth?' is a Ty Pawb exhibition curated by Angela Kingston

Visitors will encounter wondrous creatures and stunning landscapes filled with colours and sensations that are heightened and strange. Beautiful to behold and often sci-fi in feel, the exhibition will have darker undercurrents relating to our destruction of nature. The varied artistic work pays homage to visionary sci-fi writers and filmmakers who conjured apocalyptic landscapes and creatures such as; J.G Ballard, John Wyndham and Douglas Trumbull, to name just a few. 

There are sculptures by Salvatore Arancio, Halina Dominska and Alfie Strong, paintings by Dan Hays and Katherine Reekie, a sound installation by Jason Singh, a live performance by Patrick Coyle and videos by Helen Sear and Seán Vicary.

More on: Farens Hull

20/4/2019 - SALVATORE ARANCIO | MATERA ALBERGA ARTE ACCOGLIENTE

Matera Alberga Arte Accogliente è un progetto della Fondazione Matera Basilicata 2019, curato da Francesco Cascino in collaborazione con Christian…

Matera Alberga Arte Accogliente è un progetto della Fondazione Matera Basilicata 2019, curato da Francesco Cascino in collaborazione con Christian Caliandro.

Le opere - che come tutti i progetti di Matera Alberga avranno una forte componente partecipativa, invitando i visitatori ad entrare in contatto diretto con esse - si configurano come interventi permanenti negli spazi dell’hotel. Con Matera2019, infatti, sei alberghi della città di Matera che riproducono i vecchi Vicinati dei Sassi diventano luoghi di accoglienza ed esperienza creativa, spazi di produzione culturale, luoghi di scambio tra abitanti e viaggiatori, di condivisione sociale e culturale.

9/4/2019 - ANDREA SALA, PATRICK TUTTOFUOCO | SUPERCOLLA

The last century left an inheritance of a revolutionary paradigm, yet one difficult to renew. Starting out from a clamorous…

The last century left an inheritance of a revolutionary paradigm, yet one difficult to renew. Starting out from a clamorous case of ‘breaking with the modern’, Supercollaaddresses the codes of modernity through the eyes of the last three generations of designers and artists – often placed before comparisons with the past rather than a blank sheet on which to come up with something anew. The project grapples with the loss of long-term functionality of a modern icon: the ‘Superleggera’ chair, designed by Gio Ponti for Cassina in 1955, and which went on to become a synonym of the very word ‘design’. Overlooking any debate on the dividing lines between art and design, amid compulsive conservational instincts and iconoclastic temptations, 30 artists and designers are invited to ‘repair’ just as many ‘semi-readymades’, midway between their use and non-use. Throughout Design Week and beyond, between 9 and 19 April 2019, the Galleria Martina Simeti will host 30 ‘Superleggera’ chairs reinterpreted as artworks and/or prototypes for another purpose. The project, curated by Guido Musante and Maria Chiara Valacchi, makes use of chairs from the Milanese restaurant-cum-florist Potafiori, and donated by the owner, the cantafiorista Rosalba Piccinni. Supercolla is supported by a media partnership with Domus, among the world’s leading magazines for the creative disciplines, with the scientific support of Milan Polytechnic (School of Design) and Korea University (Department of Architecture). The opening evening will feature cocktails put together especially for the occasion by Amaro Ramazzotti.

14/3/2019 - SALVATORE ARANCIO | PROSPETTIVA ARTE CONTEMPORANEA

Fondazione Fiera Milano presenta per la prima volta al pubblico, con la collaborazione di Intesa Sanpaolo e Gallerie d’Italia, una…

Fondazione Fiera Milano presenta per la prima volta al pubblico, con la collaborazione di Intesa Sanpaolo e Gallerie d’Italia, una selezione di opere provenienti dalla propria collezione che, a partire dal 2012, è stata costituita attraverso acquisizioni realizzate nel contesto di miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano. Ogni anno, infatti, una diversa giuria composta da direttori e curatori di musei internazionali è invitata a selezionare opere d’arte presenti in fiera con l’obiettivo di incrementare la collezione di Fondazione Fiera Milano.

Prospettiva Arte Contemporanea restituisce uno spaccato della ricerca artistica italiana e internazionale attraverso le opere di artisti appartenenti a più generazioni e attivi dalla seconda metà del Novecento fino ai giorni nostri. Portavoce di linguaggi artistici differenti, le 43 opere appartengono alla pittura così come alla scultura, al film, alla fotografia, al disegno e all’installazione, e insieme costruiscono un percorso attraversato da temi quali il rapporto tra l’immaginario naturale e quello culturale, i meccanismi della visione e della rappresentazione, la tensione tra astrazione e figurazione, tra parole e gesti, tra spazio e architettura.

 

7/12/2018 - PATRICK TUTTOFUOCO | LA STRADA. DOVE IL MONDO SI CREA, MAXXI, ROME, ITALY (GROUP SHOW)

Exhibition dates: December 7th, 2018 - April 28th, 2019 LA STRADA. DOVE SI CREA IL MONDO Gallerie 3 e 4…

Exhibition dates: December 7th, 2018 - April 28th, 2019

LA STRADA. DOVE SI CREA IL MONDO

Gallerie 3 e 4

a cura di Hou Hanru con il team curatoriale del MAXXI

La strada come luogo di condivisione e innovazione, principale laboratorio per artisti, architetti e creativi

È il momento di tornare in strada: la vita urbana dovrebbe coincidere con la vita pubblica e la strada è il luogo in cui tutto avviene. Opere d’arte, progetti di architettura, fotografie, performance, interventi site specific e video accolgono il visitatore in una successione di gallerie che formano una strada lunga decine di metri.

Grandi installazioni accompagnano alla scoperta di una strada spesso nascosta in cui le affissioni sono presentate come arte accessibile al pubblico di massa e gli spazi nascosti prendono voce. La strada è analizzata come manifesto in continua mutazione della vita contemporanea, elemento di connessione ma anche di rottura, scenario delle esperienze del quotidiano come i festival di strada, i cinema estemporanei o lo street food.

07 dicembre 2018 - 28 aprile 2019

LA STRADA. DOVE SI CREA IL MONDO

Gallerie 3 e 4
a cura di Hou Hanru con il team curatoriale del MAXXI

La strada come luogo di condivisione e innovazione, principale laboratorio per artisti, architetti e creativi

È il momento di tornare in strada: la vita urbana dovrebbe coincidere con la vita pubblica e la strada è il luogo in cui tutto avviene. Opere d’arte, progetti di architettura, fotografie, performance, interventi site specific e video accolgono il visitatore in una successione di gallerie che formano una strada lunga decine di metri.

Grandi installazioni accompagnano alla scoperta di una strada spesso nascosta in cui le affissioni sono presentate come arte accessibile al pubblico di massa e gli spazi nascosti prendono voce. La strada è analizzata come manifesto in continua mutazione della vita contemporanea, elemento di connessione ma anche di rottura, scenario delle esperienze del quotidiano come i festival di strada, i cinema estemporanei o lo street food.